Giorno per giorno, Ricette, Vita da veg

Inno al paté vegano (e ricetta)

pate_lenticchie.jpg

Come ormai tutti sanno, il paté di lenticchie è il mio attuale trip, me lo sogno anche di notte e ho scoperto che è di una versatilità estrema oltre che buonissimo. Da più parti a partire dalla prima volta che l’ho citato mi hanno chiesto la ricetta, quindi eccola di seguito con una piccola lista di utilizzi. La ricetta è una mia rielaborazione della ricetta per paté di lenticchie di La cucina etica. Oltre 700 ricette vegan per buongustai e golosi rispettosi degli animali e dell’ambiente ….ci ho messo del mio, insomma 😉

Ingredienti per il paté di lenticchie:

Con questa ricetta si fanno circa 800 gr di paté, può essere conservato (vedi di seguito). Gli ‘oppure’ sono per facilitare la vita ai non esperti di cucina 🙂

  • 1 cipolla bianca
  • 2 scalogni piccoli
  • 500 gr di lenticchie cotte e scolate
  • 2 foglie di alloro fresco (oppure un cucchiaio di alloro secco) per la cottura delle lenticchie
  • 300 gr. di pane integrale secco ammollato un’ora nell’acqua e scolato. Il peso è quello del pane “a secco”
  • 100 gr di margarina vegetale non idrogenata
  • un filo di olio per il soffritto
  • 1 pizzico di timo
  • 1 pizzico di coriandolo
  • 1 generosa grattata di noce moscata
  • 1 cucchiaio di gomasio (oppure 1/2 cucchiaino di sale)
  • 1 cucchiaio di farina integrale
  • 4 grani di pepe verde fresco tritati (oppure un pizzico di pepe nero)
  • 1 pizzico di zenzero in polvere o tritato fresco

Tritare la cipolla e gli scalogni finissimi e fateli dorare a fiamma media per 5/6 min in poco olio. Aggiungete il pane umido ben strizzato per eliminare l’eccesso di liquido. Continuate a mescolare il composto, aggiungendo un po’ d’acqua se necessario, e cuocere per 15 min. a fiamma medio-bassa. Aggiungete il timo, il coriandolo, la noce moscata, gomasio (sale). Mescolate ancora sul fuoco, per 5 min.
Tritare nel mixer le lenticchie precedentemente cotte con l’alloro e un pizzico di timo, fino a ridurle a una purea. Unirle alla cottura e mescolate ancora. Spegnere il fuoco quando l’impasto risultera’ molto pesante e denso. Riversare tutto nel mixer e ridurre a una purea densa. Incorporare al composto la farina integrale e la margarina e mescolare ancora per 2 min con il mixer. Se risultasse troppo liquido, non compatto, aggiungere un po’ di farina integrale . Per ultimo unire il pepe verde fresco tritato e per chi vuole un pizzico di zenzero in polvere o tritato fresco.
Versare il tutto in una pirofila leggermente oliata con olio o margarina (ottima quella rettangolare comunemente usata per il plum-cake) e mettete in frigo. In un’ora è pronto.

Viste le dosi, preparatevi già per conservarlo: si conserva sottovuoto, in vasetti per conserve (tipo 4 stagioni della Bormioli), in stampi più piccoli. Può essere tranquillamente congelato e scongelato. Sfilato dallo stampo, servito su un piatto da portata ovale con qualche fogliolina di odori, fa un figurone.

VARIANTI : di carote (arancio), di cavolfiori (bianco), di spinaci (verde scuro), di zucca (arancio), di carote e lenticchie (rosato, vedi foto)
I vari utilizzi:

Conservato in vasi ermetici o sottovuoto, da utilizzare per tutte le preparazioni o da spalmare sul pane
pate01.jpg
Involtini di alghe noor: paté di lenticchie e verdure cotte a vapore all’interno
Antipasto terrina multicolore con 3 paté (lenticchie, cavolfiore e carote)
pate03
Panini e sandwich!
pate04

Altro: zucchine ripiene, patate ripiene, pomodori e peperoni ripieni… gnam! Ora mi sa che vado a mangiare 😀

Previous Post Next Post

7 Comments

  • Reply marta November 13, 2009 at 12:00 pm

    bellissima la terrina multicolore…devo segnarmi questa ricetta e prepararla al più presto…sembra ottima.
    ciao

  • Reply tizianar March 24, 2011 at 2:29 pm

    Caspita che bel lavoro, complimentissimi! Ho scoperto da pochi giorni il tuo blog, da lustrarsi gli occhi … e poi mettersi all’opera! Grazie mille per tutte le cose che posti! Grazie a te ho scoperto la Regina del Sapone, un’altra Grande … Un abbraccio vegan

  • Reply Il menu delle feste,100% vegetale. Raccogliamo le ricette! | La Cucina della Capra December 10, 2012 at 3:23 pm

    […] Paté vegano, da Erbaviola […]

  • Reply lidia January 13, 2013 at 8:08 pm

    Fin troppo dettagliato ma molto utile,grazie

  • Reply Kukita October 24, 2013 at 8:01 pm

    Scusa cara ..ma la farina integrale si può mangiare cruda?

    • Reply Erbaviola October 25, 2013 at 12:10 pm

      certo, la farina cruda è anche più nutriente di quella cotta, perché vitamine e minerali restano praticamente intatti (dipende poi da quanto è stata macinata e come). Infatti la biologa Kousmine, per esempio, ne consiglia il consumo in diverse preparazioni tra cui la famosa crema budwig.

  • Reply Kukita October 28, 2013 at 2:33 pm

    Oh! “Il metodo kousmine” ho comprato il libro molti anni fa ..devo ridargli un’ occhiata ! Appena me lo restituiscono 😉 grazie carissima :*

  • Leave a Reply